Pavimenti Sopraelevati

Il pavimento sopraelevato nasce dall’esigenza di coprire gli impianti elettrici e idraulici e permettere al tempo stesso di effettuare facilmente interventi di manutenzione.

Oggi il sopraelevato è un sistema costruttivo ampliamente impiegato; la sua modularità e facilità di messa in opera risponde pienamente all’esigenza di flessibilità degli spazi di lavoro contemporanei, la cui continua evoluzione necessita di tecnologie sempre più complesse.
Ri.Pa. con il suo  team di  professionisti è in grado di seguire il cliente dal progetto alla realizzazione di pavimenti cosiddetti “galleggianti”, che prevedono un piano di calpestio sollevato dal massetto sottostante, creando un vano tecnico che ,opportunamente dimensionato, permette il passaggio di cablaggi e connessioni di ogni genere (elettriche, telefoniche, informatiche, adduzione, espulsione di fluidi, ecc.).

L’anima di supporto può essere in legno truciolare ad alta densità oppure in solfato di calcio: il primo più economico e di facile lavorazione, il secondo gode di maggior resistenza al fuoco, minor sensibilità all’umidità e miglior assorbimento acustico.

La finitura inferiore del pannello può essere costituita da foglio in alluminio, laminato plastico oppure in lamiera in acciaio galvanizzato. La finitura superficiale può spaziare dalla ceramica, gres, vinile, marmo, parquet e laminati , in funzione della scelta progettuale.

Il bordo dei pannelli è costituito da materiale plastico rigido autoestinguente, con la funzione di anti scricchiolio; i pannelli vengono poi posizionati su una struttura in acciaio zincato comprensiva di traverse e piedini regolabili in altezza.

Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati
Sopraelevati